Bellinzago | Chiesa di San Vito

bellinzago_vitoA Cavagliano, frazione di Bellinzago Novarese, è situata la chiesa di San Vito, edificata in epoca romanica, che oggi funge da chiesa cimiteriale.
Citata per la prima volta nel 1193 in un atto di vendita ai monaci, nel XIII secolo passa in proprietà al complesso monastico dei santi Felino e Graziano di Arona, venendo così a dipendere dalla diocesi di Milano, mentre nel XV secolo la chiesa diventa pertinenza della famiglia dei Caccia. L'edificio cambia più volte la sua intitolazione: nel 1595 è indicato dal vescovo Bascapè come dedicato ai Santi Vito e Modesto, nel 1689 dal vescovo Visconti ai Santi Vito e Bernardo, nel 1758 alla Beata Vergine Maria e a San Vito.

L'edificio presenta la facciata a capanna ed è a una sola navata con abside semicircolare di diametro minore rispetto all'ampiezza della navata stessa; nel XV secolo la chiesa viene ampliata ed elevata e a quell'epoca risalgono le formelle in cotto con decorazioni a fiorami che decorano l'abside esternamente. Lungo le pareti laterali poggiano i pilastri che sostengono gli archi a sesto acuto che caratterizzano l'interno della chiesa.
Le pareti laterali sono caratterizzate dagli affreschi eseguiti in secoli differenti che riproducono diversi santi, tra cui Sebastiano e Rocco e la Beata Panacea. Internamente si conserva inoltre un importante ciclo di affreschi eseguito da un seguace di Gaudenzio Ferrari tra il XV ed il XVI secolo. Nel catino absidale è raffigurata l'immagine di Dio Padre circondata da Angeli musicanti; si nota poi la Madonna circondata dagli Apostoli che tengono in mano alcuni cartigli e le figure dell'Angelo annunziante e della Vergine annunziata. Nel registro superiore dell'arco trionfale sono raffigurate scene della Passione di Cristo con il riquadro dedicato alla Crocifissione posto in posizione centrale, mentre lateralmente si notano la Flagellazione, la Salita al Calvario, la Resurrezione e la Deposizione.