Orta San Giulio | Basilica di San Giulio

orta_sangiulioLa basilica di San Giulio si trova sull'isola di San Giulio, nel lago d'Orta. Scavi archeologici effettuati hanno rivelato la presenza di una primitiva basilica del V-VI secolo, cappella ad aula unica, oltre che una successiva chiesa più grande con un'unica abside.
La chiesa che si può ammirare oggi è a tre navate, edificata nel XII secolo ed ha subito diversi rimaneggiamenti nei secoli successivi. La facciata è stata modificata nel XVII secolo con l'aggiunta di un pronao e presenta una finestra ed un'ulteriore apertura a croce e una serie di archetti decorativi in cotto. Lateralmente si notano due campanili risalenti al XII secolo con bifore poste vicino alla sommità. Tre absidi chiudono a oriente l'edificio e adiacente a queste è posto il campanile romanico, con doppio piano di bifore e una trifora.
Il tiburio posto all'incrocio tra la navata e il transetto, costruito in età romanica, ha base ottagonale ed è stato modificato nel XVIII secolo. Le navate laterali sono caratterizzate dalla presenza di due matronei a cui si accede attraverso scale a chiocciola; il presbiterio risulta più elevato rispetto al piano di calpestio delle navate. La cripta posta all'interno dell'edificio è un'aggiunta del XVII secolo, è a tre piccole navate con colonnine in marmo e una teca con le spoglie di San Giusto.
Da ammirare, internamente, l'ambone in serpentino del XII secolo, sorretto da colonne scolpite e decorato con figure animali e vegetali, oltre che con i simboli degli Evangelisti.
Internamente l'edificio è caratterizzato da tele e da diversi affreschi, alcuni dei quali simbolo della devozione popolare, realizzati tra il XIV e il XVI secolo, presenti sia sulle pareti laterali che sui pilastri. Tra le altre si segnalano le raffigurazioni relative al Martirio di San Lorenzo, a Sant'Antonio abate, San Martino di Tours, San Donnino, San Cristoforo, Sant'Elia, San Giulio, San Fermo e Sant'Apollonia. Da notare anche un affresco posto sulla parete della navata di sinistra che rappresenta la Trinità e, nella parte inferiore, le Storie di San Giulio.
Nella chiesa è presente anche un gruppo ligneo scultoreo raffigurante il Calvario, posto in una cappella della navata sinistra.