Briga Novarese | Chiesa di San Tommaso

briga_tommasoLa chiesa di San Tommaso, risalente all'XI secolo, è situata in area campestre, al di fuori del paese ed è un bell'esempio di arte romanica, costruita con pietre e alcuni inserti irregolari di mattoni. Dopo secoli di abbandono la struttura viene recuperata grazie all'architetto Carlo Nigra, che all'inizio del Novecento si occupa del suo restauro. Durante questa campagna di lavori viene costruito il nuovo tetto di piode, sopraelevando la struttura, come si può notare in facciata.
La chiesa è un edificio ad aula unica, con facciata a capanna in cui è inserito il portale sovrastato da una lunetta con arco in pietra e ghiera in cotto. L'abside semicircolare è invece caratterizzata da archetti pensili che poggiano su lesene e da monofore fortemente strombate. Il campanile che sorgeva a fianco della struttura è stato demolito a inizio Novecento perché pericolante.
Internamente si conserva un ciclo di affreschi risalenti alla prima metà del XI secolo. L'abside è caratterizzata da diversi affreschi: il Cristo Pantocratore in mandorla circondato dai simboli degli Evangelisti, la Madonna che prega situata in posizione centrale, con San Pietro alla sua sinistra, e circondata da altre figure di Apostoli. Sotto gli apostoli sono presenti altri affreschi: un centauro e un uomo che lotta con una belva a sinistra; un cerbiatto e un uomo che tiene legato un animale a destra. Le monofore sono affrescate con figure vegetali. L'arco trionfale è decorato con affreschi che riproducono la Colomba dello Spirito Santo con ai lati due angeli dalle ali spiegate, mentre sul pilastro di destra si conserva ancora la figura di un Santo Diacono, identificabile con San Giuliano, mentre è ormai illeggibile l'immagine sull'altro pilastro, anche se si può presumere fosse San Giulio di Orta, fratello di Giuliano. Attorno alle figure si trova un'ampia decorazione fatta di motivi geometrici, con greche e nastri intrecciati colorati, secondo modelli decorativi che si ritrovano nell'arte dell'epoca ottoniana.